Centro diurno - A.P.S.P. Giacomo Cis - Ledro
Centro diurno

Servizi --> Centro diurno

INQUADRAMENTO

Il Centro Diurno è una struttura semi-residenziale a carattere diurno la cui attività concorre con altri servizi, ed in particolare con i servizi legati alla domiciliarità, a favorire la permanenza delle persone nel proprio ambiente di vita e di relazione, evitando il ricorso al collocamento in strutture residenziali (c.d. istituzionalizzazione).

I contenuti del Servizio sono disciplinati da apposita Convenzione sottoscritta con l'attuale Comunità di Valle Alto Garda e Ledro - Servizio Socio Assistenziale, nell'ambito dei servizi integrativi delle funzioni proprie del nucleo familiare di cui alle Leggi Provinciali n. 14/91, n. 6/98, e n. 13/2007.

DESTINATARI DEL SERVIZIO

Sono destinatari del servizio prioritariamente gli anziani e persone residenti nei Comuni della Comunità di Valle parzialmente autosufficienti, non autosufficienti o con gravi disabilità. Il Centro Diurno è una struttura in cui sono erogati in forma semi-residenziale servizi socio-assistenziali, al fine di favorire il più possibile la permanenza delle persone nel proprio ambiente di vita, sostenendo contestualmente sostenere le famiglie di appartenenza. Per ogni persona accolta al Centro Diurno, è predisposto un Piano Assistenziale Individualizzato.

Obiettivo del Centro Diurno è il mantenimento e il rafforzamento delle capacità residue delle persone a livello di risocializzazione e di riattivazione e si può integrare con altri interventi specifici svolti a livello domiciliare.

Non possono essere accolti al Centro Diurno utenti allettati.

PRESTAZIONI OFFERTE

Le prestazioni offerte dal Centro Diurno comprendono l'accoglimento presso la A.P.S.P. con l'erogazione delle prestazioni assistenziali di base offerte agli utenti residenziali.

Nello specifico: cura e igiene personale - attività terapeutico-riabilitative per il mantenimento e miglioramento delle capacità funzionali e comportamentali, cognitive ed affettivo-relazionali - attività di socializzazione.

Il Servizio prevede:

  • libero accesso alle attività di animazione e socializzazione in tutte le forme previste per gli ospiti della struttura oltre alle specifiche attività per il Centro Diurno;
  • assistenza infermieristica, monitoraggio della terapia e attività riabilitative di gruppo (gli oneri relativi all'acquisto di farmaci e medicinali sono a completo carico dell'utente su prescrizione del Medico curante);
  • possibilità di accompagnamento, nei casi di totale assenza di familiari, a visite mediche specialistiche programmate negli orari e nelle giornate di frequenza del Centro.

L'utente del Centro può a richiesta e dietro pagamento di corrispettivo usufruire inoltre dei seguenti servizi:

  • colazione, pasto di mezzogiorno e/o cena con il medesimo menù degli utenti della A.P.S.P., con monitoraggio della dieta, se richiesto dal Medico curante;
  • bagno settimanale, con assistenza se del caso;
  • servizio di trasporto con o senza assistenza dal domicilio alla A.P.S.P. e viceversa (con priorità deve essere richiesta da parte dell'utente l'attivazione della L.P. 1/1991 -Servizio Trasporto-).

L'accesso al Centro è estremamente flessibile, prevede un'orario diurno di accoglienza massima compreso tra le ore 9.00 del mattino e le ore 19.00 della sera. Gli utenti possono concordare un accesso al Centro nelle fasce orarie che ritengono più idonee, a tempo pieno o part-time (quest'ultimo nel limite di n. 5 ore giornaliere).

Il servizio è attivato per 365 giorni all'anno, domeniche e festività comprese e l'utente beneficiario del servizio è tenuto a giustificare eventuali assenze.

MODALITA' DI ACCESSO

L'accesso al servizio è autorizzato dalla Comunità di Valle tramite il proprio Servizio Attività Socio-Assistenziale, previa progettazione d'intervento in collaborazione con l'A.P.S.P.

Le domande, correlate della documentazione richiesta, sono raccolte e valutate dalle Assistenti Sociali operanti nell'ambito territoriale di competenza e dopo confronto con il Coordinatore in area, ai fini di un'erogazione il più possibile individualizzata e coerente con i bisogni rilevati; nel rispetto delle normative previste dalla Legge sulla privacy (Decreto Legislativo n. 196/03), sono trasmesse all'A.P.S.P. tutte le informazioni ritenute necessarie.

Il Servizio Attività Socio-Assistenziale procede ad effettuare, dopo il periodo di prova iniziale di 30 giorni, ulteriori verifiche periodiche concordate con l'A.P.S.P., per valutare l'andamento del progetto assistenziale.